FOLLOW US ON:
“Attorno alla Croce ed alla Tomba”
From novembre 10th, 2017

Marco 15, 40-47; Marco 16,1-8
Ci fu una scena toccante a Betania, in casa di Simone il lebbroso, quando una donna senza nome ridusse in pezzi un vasetto di alabastro pieno di unguento prezioso e lo versò sul capo di Gesù. Gesù riconobbe questa bella stravaganza come una unzione prima della sua sepoltura (Marco 14,8).
Toccò ad altre donne ungere il suo corpo dopo la sua sepoltura, o così almeno esse pensavano (Marco 16,1).
Il passo che abbiamo davanti a noi abbraccia un frenetico e lungo fine settimana che per molti fu di festa, mentre per i discepoli fu di dolore, disillusione e paura.

Gesù passò dall’osanna della folla della Domenica alla crocifissione solitaria in compagnia di due delinquenti. Venerdì, Gesù era morto: di morte cruenta e straziante dopo essere stato crocifisso, dopo essere stato maliziosamente e ingiustamente accusato di colpevolezza dalla corte ebraica e chiaramente pronunciato innocente dalla corte romana!